• ASMAR Numero Verde - 800 09 03 95

COME RICONOSCRE I REUMATISMI

E’ inutile dire che prima o poi , tutti soffriamo di qualche, seppur lieve, dolore articolare. Inconfutabile il fatto che quasi tutti attribuiscono la colpa a malattie reumatiche. Eppure non sempre è così. 
E’ pertanto bene saper riconoscere queste malattie, anche perché prima vengono scoperte e prima si può intervenite nel cercare di controllarle. 
A questo proposito la SIR (Società italiana di reumatologia) ha raccolto in un pratico decalogo i segreti per una diagnosi precoce sulle malattie reumatiche. 
Non si tratta di regole vere e proprie, bensì di dieci campanelli d’allarme che il paziente può utilizzare al fine di rivolgersi per tempo al medico. 
A questo punto non ci resta che scoprire quali sono questi campanelli d’allarme:

 

– dolore associato a gonfiore alle articolazioni delle mani e/o dei polsi per un lasso di tempo superiore a tre settimane consecutive;

– presenza di rigidità articolare al mattino che perdura per più di un’ora dopo il risveglio; 
– improvvisa apparizione di gonfiore (non necessariamente associata a dolore) con arrossamento locale ad un qualsiasi arto in assenza di trauma; 
– in persone giovani, presenza di dolore sciatico esteso sino al ginocchio che va e viene; lo stesso può anche cambiare di lato. Generalmente questo dolore aumenta durante il riposo notturno e diminuisce durante l’attività fisica; 
– dita delle mani che si imbiancano se esposte a freddo, variazioni climatiche o per emozioni; 
– sensazione di secchezza agli occhi associata a secchezza della cavità orale ed a dolori di tipo muscolare o articolare; 
– rossore a viso, naso e guance oppure attorno agli occhi peggiorato da, anche lieve, esposizione al sole ed in concomitanza di dolori articolari; 
– sopra i 50 anni: dolore improvviso ad ambo le spalle con conseguente impossibilità nel pettinarsi o allacciarsi il reggipetto, difficoltà nell’alzarsi da una poltrona. Questo può inoltre essere accompagnato da dolori alla schiena, emicrania e perdita di peso; 
– donne in post-menopausa e pazienti che assumono cortisone: comparsa improvvisa di dolori alla schiena, in particolare dopo aver effettuato uno sforzo; 
– soggetti affetti da psoriasi o aventi familiari che ne soffrono: dolore ad articolazioni od alla colonna vertebrale od al tallone. 

Nel caso si presentasse anche uno solo di questi campanelli d’allarme, sarebbe opportuno farsi vedere da un medico. Purtroppo la malattia reumatica richiede una diagnosi precoce in quanto la stessa può essere rallentata solo attraverso determinati farmaci. Se la malattia reumatica non viene fermata in tempo, si rischia di arrivare all’invalidità.

 

ip


Vota o condividi questo articolo
share su Facebook vota su OKNotizie salva su Segnalo vota su Diggita Condividi su Meemi segnala su Technotizie vota su Wikio vota su Fai Informazione vota su SEOTribu Add To Del.icio.us Digg This Fav This With Technorati segnala su ziczac Stumble Upon Toolbar post<li>

Articoli correlati