• ASMAR Numero Verde - 800 09 03 95

ALCUNE SOSTANZE DEL PINO SCOZZESE CONTRO L’ARTRITE

Usi terapeutici per alcune sostanze del pino scozzese
Alcuni composti fenolici della pianta comunemente utilizzata come albero di Natale hanno rivelato notevoli propriet? per la cura dell’artrite e del dolore in genere    
 I composti fenolici sono una delle principali classi di composti vegetali per i quali sono stati rilevati molteplici usi terapeutici. Alcuni scienziati hanno ora scoperto la loro presenza anche nel pino scozzese, comunemente usato come albero di Natale. I composti fenolici rilevati potrebbero essere sviluppati per produrre supplementi alimentari o farmaci per curare l’artrite e il dolore. I risultati sono pubblicati sull’ultimo numero della rivista "The Journal of Agriculturaland Food Chemistry". Lo rende noto la rassegna settimanale del Global Knowledge Center on Crop Biotechnology.

I ricercatori hanno studiato diverse preparazioni di estratti di corteccia di pino scozzese (Pinus sylvestris) e identificato, attraverso la risonanza magnetica e la spettrometria di massa, oltre 28 composti. Alcuni dei composti si sono gi? rivelati promettenti nel corso di studi cellulari preliminari, tra questi l’acido ferulico, la vanillina e il matairesinolo.

Gli scienziati hanno in seguito testato gli estratti su macrofagidi topo che produconoossido nitrico e prostaglandinaE2. Entrambe queste sostanze vengono prodotte in quantit? eccessive in caso di malattie o ferite e sono legate ad artrite, problemi circolatori e dolori. Il trattamento delle cellule con l’estratto altamente purificato di corteccia ha portato a una riduzione del 63% nella produzione di ossido nitrico e del 77% di prostaglandina.

La ricerca ha evidenziato che la corteccia di pino, a lungo usata dalla medicina popolare per trattare tosse e ferite ha anche la potenziale capacit? di trattare problemi di pressione alta, asma, disturbi cardiaci e cancro della pelle. I ricercatori sono tuttavia cauti poich? l’estratto utilizzato nello studio non ? stato ancora testato su animali o esseri umani.

L’articolo "Phenolic extractive from the bark of pinus sylvestris and their effects on inflammatory mediators nitric oxide and prostaglandin E2" ? online all’indirizzo http://pubs.acs.org/journals/jafcau/index.html
 
FONTE: http://newton.corriere.it/PrimoPiano/News/2005/03_Marzo/07/pino_silvestre.sh

Articoli correlati