• ASMAR Numero Verde - 800 09 03 95

Sabato 30 aprile a Sassari il primo convegno provinciale

Si terrà sabato 30 aprile all’holtel Carlo Felice di Sassari il primo convegno provinciale dell’Asmar. Il titolo” Malattie reumatiche e dintorni” sta a significare che si affronteranno vari temi, soprattutto durante la discussione e il confronto con il pubblico, dove gli specialisti, ma anche le autorità, risponderanno alle domande dei presenti.
Il Convegno inizia alle ore 9 con la proiezione di un breve filmato con la testimonianza di alcuni malati e, dopo l’introduzione di Mariano Salis (responsabile provinciale Asmar), Ivo Picciau (presidente regionale Asmar) e Giuseppe Passiu (direttore della cattedra di reumatologia dell’università di Sassari) e il saluto delle autorità, si passa alla prima sessione nella quale verranno affrontate le principali patologie reumatiche.
 Parte la dottoressa Patrizia Fenu dell’AOU (Azienda Ospedaliedo – Universitaria) di Sassari con la patologia più conosciuta, l’artrite reumatoide, malattia infiammatoria cronica, sistemica ed invalidante, ad eziologia non chiaramente definita, ma

verosimilmente di origine autoimmune che colpisce prevalentemente le articolazioni simmetriche, ma anche tendini, sinovia, muscoli, borse ed altri tessuti dell’organismo.
Subito dopo il reumatologo Giuseppe Nuvoli, in servizio nella ASL di Sassari, parlerà della spondilite anchlilosante, altra patologia , forse meno conosciuta, ma altrettanto severa che può portare all’anchilosi delle articolazioni colpite, provocando grave disabilità.
 Sarà poi la volta della dottoressa Maria Giovanna Longu, dell’AOU Sassarese che interverrà sull’artrite psoriasica, patologia che si manifesta con la comparsa di infiammazione dei tendini e delle articolazioni degli arti (dolore, calore, rossore e impotenza funzionale), e/o con dolori alla colonna (forma assiale) simulando in questo caso la spondilite anchilosante, in soggetti affetti da psoriasi cutanea.
 Il professor Giuseppe Passiu, poi, illustrerà il LES (Lupus eritematoso sistemico), patologia sistemica di tipo autoimmune, insidiosa, spesso subdola, che causa disturbi in varie parti del corpo, specialmente la pelle, le articolazioni, i reni, il sangue ed ogni tipo di tessuto connettivo e che colpisce prevalentemente le  donne in giovane età.
 Continuerà con la sclerodermia (sclerosi sistemica)  il dott. Gianluca Erre, reumatologo  della ASL n. 1. Formatosi  presso la scuola di specializzazione dell’Università di Sassari. Tale patologia colpisce il tessuto connettivo ed è caratterizzata da fibrosi della cute, dei vasi sanguigni e di organi e sistemi quali cuore, polmoni, reni, apparato gastroenterico, articolazioni e muscoli. La malattia colpisce 4 volte di più le femmine rispetto ai maschi,  nell’ età compresa tra i 25 e i 50 anni, anche se qualunque età può comunque essere interessata.
Dopo la pausa di 15 minuti del coffee break, riprende il dottor Gildo Motroni, reumatologo direttore  del reparto di riabilitazione dell’Istituto “Fondazione San Giovanni Battista di Ploaghe” che relazionerà su una delle più comuni di tutte le patologie articolari: l’osteoartrosi.
Chiude la prima sessione la reumatologa Maria Grazia Nieddu con la Fibromialgia, patologia dalla diagnosi e dalle caratteristiche cliniche controverse, caratterizzata da dolore muscolare cronico diffuso associato a rigidità.
Dalle 11,45 dibattito con il pubblico e spazio alle domande dei presenti.

 

Vedi il programma
 

Articoli correlati