• ASMAR Numero Verde - 800 09 03 95

OSTEOPOROSI: SUCCESSO DELLA NUOVA PILLOLA

 Sta avendo successo la nuova pillola per contrastare l’osteoporosi. Si tratta di una composto sperimentato su un gruppo di cavie che nell’arco di sei settimane di terapia hanno avuto ottimi riultati.

Il medicinale, che per l’occasione ha preso il nome di una abbreviazione, LP533401, funziona non soltanto rallentando la rottura delle ossa, ma costruisce nuovo tessuto osseo. Esiste da tempo una terapia capace di svolgere questa azione, il teriparatide, ma dev’essere inoculato.

Il prossimo prodotto, al contrario, può essere assunto prontamente attraverso una compressa. Lo studioso Gerard Karsenty della Columbia University di New York ha affermato sulle pagine del magazine Nature Medicine che con milioni di esseri umani nel mondo danneggiati da questa devastante e debilitante perdita ossea vi è una improrogabile esigenza di nuove cure che non solo fermino la perdita ossea, ma creino anche nuovo tessuto osseo. Questi esiti provano che si sta lavorando rigorosamente per sviluppare questa tipologia di terapia per gli ammalati.

La scoperta della nuova terapia è avvenuta in conseguenza a indagini sulla serotonina e sui suoi esiti sull’organismo e sullo stomaco, in modo specifico. La serotonina è frequentemente associata al benessere mentale, ma in verità il 95% di essa si trova nello stomaco, dove ha la responsabilità di fermare la formazione di nuove ossa.

Gli studiosi hanno rivelato che il medicinale LP533401, pensato precisamente per i problemi allo stomaco, arrestando la serotonina ha anche l’effetto di rafforzare le ossa. Occorreranno diversi anni per convalidare gli risultati reali dell’ultimo medicinale attraverso un periodo completo di test e autorizzare di conseguenza la commercializzazione.

Articoli correlati