• ASMAR Numero Verde - 800 09 03 95

CONTROORDINE: L’ATTIVITA’ FISICA FA BENE

Programmi di esercizio fisico mirati a migliorare la forza e la resistenza giovano a chi soffre di artrite reumatoide. Sono queste le conclusioni di una recente rassegna della Cochrane Library nella quale sono stati esaminati 8 studi clinici per un totale di quasi 600 pazienti. Autori dell’indagine alcuni ricercatori dell’University Medical Center di Leida, nei Paesi Bassi.

I dati esaminati confermano in particolare che l’attività fisica dinamica è sia sicura sia efficace in quanto migliora la capacità aerobica e la forza muscolare. Non solo, l’esercizio praticato a lungo termine sembrerebbe avere effetti positivi anche sulla funzionalità. I ricercatori olandesi sottolineano però che i benefici sono evidenti soprattutto subito dopo aver praticato il programma di attività. Ancora, pare che possano risultare vantaggiosi anche i programmi di esercizi in acqua, rivelatesi in grado di avere ripercussioni positive sull’abilità.

«Sulla base di quanto emerso dalla rassegna – riferisce Emalie Hurkmans dell’Università olandese – la nostra raccomandazione è quella di combinare esercizi per migliorare la capacità aerobica con attività che agiscono sulla forza muscolare, da eseguire con regolarità. Tuttavia è necessario eseguire studi più approfonditi per stabilire esattamente la durata e il tipo di programma di esercizio più valido e valutare se sia il meglio che il paziente sia supervisionato da un professionista nonché se nell’insieme ci siano dei vantaggi anche in termini del rapporto costi-benefici». Gli autori sottolineano inoltre la necessità di studi che verifichino quanto a lungo possano durare gli effetti benefici dell’attività fisica una volta che sia stata interrotta. «Nella rassegna non abbiamo considerato altri tipi di esercizio, per esempio quelli per migliorare flessibilità e stabilità, sarebbe pertanto interessante capire anche se questo tipo di allenamento possa in qualche modo essere d’aiuto» conclude Hurkmans. Il messaggio degli esperti pare chiaro: anche se le articolazioni dolgono non bisogna smettere di fare attività fisica con regolarità perché i vantaggi sono numerosi. Certo occorre un po’ cautela soprattutto nelle fasi in cui i dolori si riacutizzano: in questi casi è sempre meglio darsi una calmata e comunque chiedere consiglio al reumatologo per non rischiare di peggiorare la situazione.

ip

Articoli correlati