• ASMAR Numero Verde - 800 09 03 95

Patologie autoimmuni croniche: 1 paziente su 4 non segue la terapia

IMG 0041 I più aderenti alle cure sono i soggetti con patologie osteoarticolari, i più ”indisciplinati”sono gli psoriasici

 Un paziente su quattro che soffre di una patologia autoimmune cronica come artrite reumatoide, spondilite anchilosante, malattia di Crohn, colite ulcerosa, psoriasi e artrite psoriasica non aderisce alle terapie prescritte, e decide autonomamente di sospendere la cura momentaneamente o in maniera definitiva nonostante la possibilità di andare incontro a un peggioramento delle condizioni di salute. Il dato arriva dalla prima ricerca italiana di confronto sull’aderenza alle terapie nelle patologie autoimmuni, “L’aderenza alle terapie nelle patologie autoimmuni”, condotta da Doxa Pharma e promossa dall’Associazione Nazionale Malati Reumatici (ANMAR), dall’Associazione Nazionale per le Malattie Infiammatorie Croniche dell’Intestino (AMICI Onlus) e dall’Associazione Nazionale Amici per la Pelle (ANAP Onlus) nell’ambito del progetto “Mosaico”.Dall’indagine emerge che l’aderenza alle terapie varia in base alla patologia di cui si soffre: mentre, infatti, tra le persone con psoriasi sono circa la metà coloro che dichiarano di non seguire le indicazioni del medico, la percentuale scende al 44% tra chi viene colpito da malattie infiammatorie croniche intestinali (malattia di Crohn e colite ulcerosa) e al 40% tra chi soffre di artrite psoriasica. I più aderenti risultano invece i pazienti affetti da patologie osteoarticolari che solo nel 36% dei casi dichiarano di avere un basso tasso di adesione al trattamento.“Il nostro auspicio – afferma Salvo Leone, direttore generale AMICI Onlus – è che la ricerca Mosaico sull’aderenza alle terapie nelle patologie autoimmuni, unica nel suo genere in Europa, rappresenti uno strumento di conoscenza profonda di questo fenomeno e in quanto tale suggerisca ai professionisti della salute, ai pazienti ma anche ai decisori in campo sanitario come aumentare l’aderenza alle terapie, soprattutto per i malati cronici”.La ricerca ha coinvolto medici e pazienti: complessivamente, tra il 7 luglio e il 24 ottobre 2014, sono stati intervistati 243 specialisti, di cui 117 reumatologi, 76 gastroenterologi e 50 dermatologi; 1.017 pazienti di cui 233 con patologie osteoarticolari (artrite reumatoide e spondilite anchilosante), 449 con patologie gastriche (malattia di Crohn e colite ulcerosa), 273 con malattie della pelle (psoriasi) e 62 con artrite psoriasica. La ricerca è stata condotta attraverso la somministrazione di questionari autocompilati.

Fonte: Salute 24.

Articoli correlati