La malattia di Anna Marchesini
 
Home Page Ufficiale ASMAR Chi Siamo Notizie Iscriviti ad ASMAR SARDEGNA Come Contattarci

    

Qual è la malattia che ha colpito per anni Anna Marchesini, uno dei grandi volti comici italiani; in cosa consiste e come si sviluppa? Cerchiamo di capirlo insieme. L'Artrite reumatoide è una poliartrite infiammatoria cronica, coinvolge più aree del corpo provocando malformazioni, dolori, arrossamenti e gonfiori. È una malattia degenerativa che colpisce le articolazioni, arrivando perfino a impedirne il movimento; anche le cartilagini, i tendini e i legamenti subiscono danni permanenti. L'artrite reumatoide affligge in media molto più frequentemente le donne rispetto agli uomini e tende a manifestarsi tra i 25 e i 45 anni di età.

Le cause dell'artrite reumatoide non sono ancora del tutto chiare, ma la medicina è arrivata a comprendere il modo in cui si sviluppa la malattia. Ha origine infatti da un malfunzionamento del sistema immunitario, il quale inizierebbe a produrre "autoanticorpi" che andrebbero ad attaccare le parti sane del corpo. Tale reazione immunitaria attiverebbe inoltre diverse sostanze, tra cui i "linfociti T" che provocano infiammazioni. Le articolazioni sono rivestite e protette dalla "membrana sinoviale", al cui interno vi è il "liquido sinoviale" , che le nutre e lubrifica. L'artrite reumatoide fa in modo tale che cellule dette "immunocompetenti" invadano la membrana, rilasciando sostanze che attaccano il tessuto articolare provocando così l'infiammazione. A questo punto il liquido sinoviale aumenta in maniera esponenziale e provoca tumefazione e gonfiore. La cartilagine e l'osso vengono erosi e i movimenti delle articolazioni compromessi. Alcune delle cause che scatenerebbero tale patologia potrebbero essere di origine ambientale, come infezioni batteriche o virali, ereditaria oppure ormonale. I sintomi dell'artrite reumatoide variano nella tempistica da persona a persona, possono manifestarsi in maniera progressiva e lenta oppure comparire improvvisamente. L'ispessimento e deviazione delle articolazioni, la formazione di noduli reumatoidi sottocutanei e il dolore sono sicuramente i segni di riconoscimento della patologia più evidenti e caratterizzanti. Possono subire dei danni anche cuore, polmoni, ghiandole lacrimali e salivari, vasi sanguigni, pelle e nervi. Le terapie fino a ora impiegate per contrastare e rallentare la malattia, alleviare il dolore e migliorare la qualità della vita del paziente sono: farmacologiche, fisioterapiche e chirurgiche.

(Fonte:Pontile news)

facebookgroupasmar

guidepazienti - Copy

Chi è online

Abbiamo 37 visitatori e nessun utente online

800-09-03-95

REUMAONLINE.IT come tutti i siti web, utilizza cookies allo scopo di migliorare la navigazione. Continuando la navigazione su queste pagine acconsenti al loro utilizzo. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information